Il Corso di perfezionamento in Medicina di Montagna fornisce conoscenze e competenze teorico-pratiche relative a tutti gli aspetti e le problematiche mediche connesse all’esposizione delle persone all’ambiente montano e all’alta quota.
Lo scopo del Corso è quello di formare delle figure professionali sanitarie preparate ad affrontare i problemi specifici della fisiopatologia nell’ambiente di montagna. In particolare, vengono fornite informazioni teoriche sulle caratteristiche fisiche e climatiche dell’ambiente montano, conoscenze di base sulle tecniche di soccorso in montagna, analizzando gli infortuni da valanga e la loro prevenzione, gli infortuni in montagna, le tecniche di gestione e bendaggio dei traumi, le modalità di trasporto degli infortunati. Vengono inoltre trattate le problematiche del mal di montagna e le sue differenti manifestazioni più gravi (edema polmonare e cerebrale), approfonditi i rapporti tra patologie preesistenti e il soggiorno in ambiente montano, nonché l’adattamento alla montagna nei bambini e negli anziani.

Il Corso di perfezionamento in Medicina di Montagna prevede contenuti così bipartiti:

  • Insegnamenti teorici: elementi di geografia delle principali regioni di montagna; adattamenti dell’organismo all’ipossia e all’altitudine; patologie dipendenti dall’altitudine; termoregolazione e patologie dipendenti dal freddo; patologie preesistenti e ambiente montano; problematiche specifiche delle emergenze medico-chirurgiche in montagna; problematiche specifiche di tipo igienico ed alimentare in ambiente di montagna; principi di farmacologia e terapia nell’avvicinamento e durante la permanenza in alta quota; adattamenti genetici delle popolazioni d’alta quota.
  • Insegnamenti pratici: problemi e metodologie del soccorso in montagna; rianimazione e primo soccorso; ricerche in alta quota: problemi teorici e metodologici; strumentazione specifica e lezioni pratiche sul campo di tecniche alpinistiche e di soccorso in roccia e ghiaccio sotto la guida di personale altamente qualificato (medici di montagna, guide alpine e soccorso alpino).

Il Corso di perfezionamento in Medicina di Montagna forma professionisti quali medici, infermieri e altre figure sanitarie, interessate a lavorare nel soccorso alpino, nel servizio di soccorso in aree montane e/o che partecipino o svolgano un ruolo sanitario in spedizioni alpinistiche e trekking ad alta quota. Il corso è valido anche per medici di diverse specializzazioni che lavorano in zone di montagna e per medici che prevedono di prendere in carico un ambulatorio specifico di medicina di montagna. Il corso può infine essere utile ad introdurre persone con differente background alla conoscenza delle tematiche scientifiche e di ricerca della montagna, favorendo anche lo sviluppo di contatti per futuri progetti di ricerca in questo ambito.

Il superamento di questo Corso fornisce ai medici in possesso di un’attestazione di completamento di un corso accreditato di roccia/alpinismo, l’abilitazione e la certificazione Union Internationale des Associations d’Alpinisme (UIAA). Il Corso è accreditato ECM, anche per eventuali uditori.

Il Corso di perfezionamento in Medicina di Montagna prevede la formazione in materia di:

Modulo 1 – AMBIENTE MONTANO

Variabili fisiche, genesi ed evoluzione delle catene alpine. Meteorologia e topografia dell’ambiente montano. Tecniche alpinistiche, tecniche di soccorso e tecniche di elisoccorso.

Modulo 2 – VALANGHE: ASPETTI MEDICI

Valanghe ed ipotermia: sistemi di localizzazione e di sopravvivenza, tecniche di soccorso e trattamenti medici. Nivologia e tecniche scialpinistiche.

Modulo 3 – FISIOLOGIA DELL’ALTA QUOTA

Adattamenti acuti e cronici del muscolo scheletrico, del metabolismo e del sistema cardiopolmonare in alta quota. Fisiologia dell’esercizio ed adattamenti genetici all’ipossia.

Modulo 4 – ALTA QUOTA E PATOLOGIE PRE-ESISTENTI

Alta quota e patologie polmonari e malattie cardiovascolari. Aspetti medici del bambino e dell’anziano in montagna.

Modulo 5 – FISIOPATOLOGIA DELL’ALTA QUOTA

Aspetti generali, terapia e profilassi del mal di montagna, dell’edema polmonare e dell’edema cerebrale d’alta quota. Il ruolo del medico nel corso di una spedizione alpinistica.

Modulo 6 – ASPETTI GENERALI DI MEDICINA IN MONTAGNA

Diverse patologie inerenti la medicina di montagna. Alimentazione in montagna. L’ambulatorio di Medicina di Montagna. Aspetti legali. Storia della Medicina di Montagna.

Modulo 7 – TRAUMATOLOGIA IN MONTAGNA

Patologia ortopedica acuta e cronica nell’alpinismo. Tecniche di rianimazione e primo soccorso pre-ospedaliero. Bendaggi funzionali e First aid kit.

Modulo 8 – AGGIORNAMENTI

Aggiornamento e verifica delle competenze acquisite: didattica a distanza e sessioni interattive.

Le tematiche trattate nel Corso di perfezionamento, alcune delle quali sono anche pratiche (tecniche alpinistiche e di soccorso in roccia e ghiaccio), necessitano di professionalità specifiche, per cui il Corso di Perfezionamento ha instaurato delle Convenzioni con Enti e Società (EURAC / Provincia Autonoma di Bolzano / Comando Truppe Alpine di Bolzano).

Il corso è suddiviso in 3 sessioni di circa una settimana:

  • una settimana invernale a Bressanone (BZ) Via Rio Bianco, 12 – 39042 Bressanone (BZ);
  • una settimana estiva ad Arabba (BL) Caserma Gioppi, Arabba – Frazione Arabba – 32020 Livinallongo del Col di Lana (BL);
  • una settimana conclusiva, solitamente a settembre a Sesto (BZ).

Durante l’anno sono previste alcune lezioni in modalità telematica, solitamente di sabato mattina e per le quali è sempre richiesta la frequenza.

Tutte le lezioni, sia in presenza sia online, saranno registrate e rese disponibili sulla piattaforma Moodle dell’Università di Padova.

Informazioni

Salute, ambiente e territorio
30/09/2023
70%
15
28
€ 1.402,50
Per i titoli d'accesso, fare riferimento all'avviso di selezione 22/23
Ottieni la brochure
Trattamento dei dati personali*

FAQ

L’obbligo di frequenza è del 70% per tutte le lezioni teoriche (in presenza o a distanza tramite piattaforma Zoom), seminari e lezioni pratiche organizzate durante le tre settimane del corso.

I requisiti richiesti per l’ammissione al Corso di Perfezionamento sono il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • Laurea in Medicina e Chirurgia; laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria
  • Diploma Universitario in Infermiere; Diploma Universitario in Scienze Infermieristiche
  • Laurea Triennale in Professioni Sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica
  • Laurea Specialistica/Magistrale in Scienze Infermieristiche e ostetriche
  • Diploma di Scuola Regionale Infermieri accompagnata da diploma di maturità della scuola media superiore/esame di stato di scuola secondaria di secondo grado
  • Possono candidarsi anche studenti universitari a patto che per la data di inizio del corso di perfezionamento abbiano conseguito il diploma di studio. 
  • Non sono richieste abilità fisiche specifiche ma, nel caso di soggetti con limitazioni funzionali che impediscano lo svolgimento delle attività pratiche, è possibile l’iscrizione al Corso come uditori, che prevede la frequenza delle sole attività teoriche.

Qualora venga superato il numero minimo di 15 iscritti, in ordine di graduatoria, potranno beneficiare di una riduzione della quota di iscrizione, fino a massimo di 10 corsisti, solo i medici neolaureati (entro un AA dalla data di laurea) e medici in formazione specialistica (inclusi gli iscritti all’ultimo anno purché la data di conseguimento del diploma di specializzazione non sia antecedente a quella di inizio del corso).
In ordine di graduatoria, sono previsti 2 posti riservati per corsisti appartenenti alle Truppe Alpine, o ad altro Ente militare e 2 posti per corsisti operanti nella Provincia di Bolzano, dando priorità per uno dei due posti ad eventuali corsisti operanti presso Eurac Research. Questi candidati saranno esentati dal pagamento della tassa d’iscrizione (costo iscrizione 40,50 €).
È prevista l’erogazione di una borsa di studio (importo lordo 380,00 €).

Alla fine del corso, per chi abbia conseguito il 70% di frequenza obbligatoria, è prevista una prova scritta in modalità multiple choice sugli argomenti trattati.
Alla fine della settimana invernale e della settimana estiva è previsto un test ECM sempre inerente agli argomenti trattati. In seguito al superamento del test si potranno acquisire i crediti ECM riconosciuti.