Il Master in Gestione del rischio clinico contribuisce alla formazione teorico-pratica di professionisti nell’ambito della sanità, affinché possano acquisire delle competenze specifiche:

  • nell’identificazione degli eventi avversi che si verificano nel sistema sanitario e i connessi e dei fattori di rischio;
  • nell’utilizzare gli adeguati sistemi di rilevazione;
  • nella prevenzione, gestione eventi avversi e delle loro conseguenze;
  • nella capacità di ottimizzare le risorse economiche dedicate alla gestione del rischio clinico;
  • nella capacità di saper promuovere la comunicazione organizzativa e l’integrazione fra le varie figure professionali.

Il Master in Gestione del rischio clinico prepara in materia di:

  • rilevazione, analisi e interpretazione dell’errore e delle sue conseguenze;
  • prevenzione e gestione degli eventi avversi e delle loro conseguenze;
  • progettazione e valutazione dei piani di gestione del rischio clinico all’interno della propria unità lavorativa o nell’ambito di un dipartimento.

Il Master in Gestione del rischio clinico contribuisce alla formazione teorica e pratica di figure professionali con le competenze specifiche di clinical risk manager e con la possibilità di trovare una collocazione professionale come:

  • referente del rischio clinico presso unità operative e aziende sanitarie;
  • collaboratore nella gestione giuridica dei sinistri e delle conseguenze degli eventi avversi;
  • collaboratore nella valutazione economica delle varie situazioni connesse al rischio clinico.

Il Master in Gestione del rischio clinico prevede la formazione in materia di:

Patient safety

  • L’ introduzione alla sicurezza del paziente
  • Il rischio clinico e la formazione
  • La qualità e i processi aziendali
  • L’errore in medicina
  • La dimensione psicologica dell’errore
  • La gestione del rischio clinico: il quadro di riferimento nazionale
  • Il rischio clinico con riferimento ai dispositivi
  • La sicurezza del paziente con riferimento alle infezioni
  • La gestione del rischio clinico nell’azienda sanitaria
  • I metodi e gli strumenti nella gestione del rischio clinico
  • La misura del rischio clinico
  • Il rischio clinico e le applicazioni cliniche
  • Le professioni sanitarie e le modalità di integrazione nel rischio clinico
  • Come si scrive un articolo scientifico sul rischio clinico
  • Il coinvolgimento del paziente

Leadership

  • La gestione del sistema leadership e il concetto di team

Economia e aspetti giuridici della patient safety

  • Il rischio clinico e la responsabilità
  • L’economia e la gestione del rischio clinico

Informazioni

Salute, ambiente e territorio
29/09/2023
70%
10
30
€ 1.625,00
€ 1.000,00
Per i titoli d'accesso, fare riferimento all'avviso di selezione 22/23
Ottieni la brochure
Trattamento dei dati personali*

FAQ

Il Master si svolge nell’arco di dodici mesi e la frequenza è obbligatoria.
Il percorso formativo è articolato in una attività didattica frontale (lezioni, seminari) e in un eventuale stage durante il quale il discente può approfondire degli argomenti specifici di interesse nell’ambito della patient safety, leadership e quality improvement.
Le date delle lezioni ex cathedra e dei seminari verranno comunicate ai discenti con cadenza trimestrale. Il periodo di stage verrà concordato individualmente con il discente.
Lo studente dovrà obbligatoriamente scegliere un tutor (tra i vari docenti) che lo possa seguire durante tutta la durata del Master e con cui poi possa svolgere la tesi che sarà oggetto di valutazione finale.

La frequenza è obbligatoria per almeno il 70% del monte ore totale della didattica.

Sì, la prova finale consiste in un project work.