Il Master in Fisiopatologia cardiocircolatoria e tecniche di circolazione extra-corporea nel paziente pediatrico prepara professionisti tecnici di fisiopatologia cardiocircolatoria che lavorano nel campo della cardiochirurgia pediatrica.

Durante il corso vengono approfondite l’anatomia e la fisiopatologia delle cardiopatie congenite e le metodiche di circolazione extracorporea pediatrica, con particolare attenzione a tecniche innovative e/o specifiche di perfusione pediatrica quali Vacuum assisted venous drainage, Continuous UltraFiltration – CUF, Modified UltraFiltration – MUF; tecniche e tipi di cardioplegia; accessi periferici per chirurgia mini-invasiva; trapianto cardiaco nel bambino; ECLS neonatale e pediatrico; ECMO Hub and Spoke. Sono previsti approfondimenti in materia di elettrofisiologia cardiaca ed ecocardiografia in età pediatrica e tecniche di depurazione extracorporea nel paziente critico pediatrico.

Il Master è orientato prevalentemente all’ambito chirurgico e della perfusione cardiocircolatoria pediatrica e del paziente congenito adulto.

Le attività formative del Master in Fisiopatologia cardiocircolatoria e tecniche di circolazione extra-corporea nel paziente pediatrico sono organizzate in tre aree tematiche, che forniscono una preparazione completa al partecipante:

  • Anatomia, fisiopatologia, clinica delle cardiopatie congenite;
  • Management chirurgico delle cardiopatie congenite;
  • Tecniche di circolazione extracorporea nel paziente pediatrico.

Il Master permette di acquisire competenze tecniche specifiche nella gestione ottimale della circolazione extracorporea (CEC) nel paziente pediatrico e in età neonatale, con tecniche innovative, e tecniche di emodialisi durante CEC, nell’anatomia e fisiopatologia delle cardiopatie congenite, nella gestione dell’ECMO pediatrico e nell’infusione di cardioplegie.

Il Master in Fisiopatologia cardiocircolatoria e tecniche di circolazione extra-corporea nel paziente pediatrico contribuisce alla formazione specializzata, teorica e pratica, dell’operatore di circolazione extracorporea pediatrica, neonatale e nel paziente congenito adulto e rappresenta un’opportunità di elevare il profilo professionale in materia.

Il Master in Fisiopatologia cardiocircolatoria e tecniche di circolazione extra-corporea nel paziente pediatrico prevede la formazione in materia di:

Modulo 1: Anatomia, fisiopatologia, clinica delle cardiopatie congenite

Gli specialisti del settore (patologi, cardiologi, anestesisti, intensivisti) svolgono una serie di incontri di didattica frontale e laboratori in cui vengono spiegate le basi anatomiche delle cardiopatie congenite (con visione di reperti anatomopatologici e di modellini artificiali anatomici tridimensionali), la loro fisiopatologia peculiare, le metodiche diagnostiche e di imaging, la gestione medica pre e post-operatoria, con casi clinici.

Modulo 2: Management chirurgico delle cardiopatie congenite

Gli specialisti del settore (cardiochirurghi pediatrici e delle cardiopatie congenite) svolgono una serie di incontri di didattica frontale in cui vengono spiegate, anche con casi clinici, le diverse tipologie di chirurgia palliativa o correttiva, il razionale della chirurgia e le possibilità di assistenza meccanica cardiocircolatoria e breve e lungo termine. Si pone l’accento sull’importanza del team work con il perfusionista durante la circolazione extracorporea (CEC).

Modulo 3: Tecniche di circolazione extracorporea nel paziente pediatrico

Gli specialisti del settore (sia interni che esterni, sia nazionali che internazionali) svolgono una serie di incontri di didattica frontale in cui vengono spiegate, anche con casi clinici, le diverse tipologie di CEC, la peculiarità della CEC pediatrica e le sue difficoltà, le caratteristiche degli ossigenatori e delle diverse pompe roller o centrifughe, i concetti di CUF e MUF, tecniche di cardioplegia e tipi diversi di cardioplegia, l’ipotermia profonda, l’arresto di circolo, le tecniche di perfusione cerebrale o distrettuale selettiva, l’ECMO, l’uso di Ventricular Assist Device (VAD); il sistema di drenaggio venoso assistito, le tecniche di perfusione in chirurgia mini-invasiva; l’assistenza durante ECMO Hub and Spoke neonatale e pediatrico, con il management durante il trasporto.

Durante il Master in Fisiopatologia cardiocircolatoria e tecniche di circolazione extra-corporea nel paziente pediatrico, è possibile per i partecipanti accedere gratuitamente a tutti gli eventi formativi e ai congressi organizzati dal centro organizzatore, quali il Corso di aggiornamento annuale di Cardiologia pediatrica, i meeting multidisciplinari settimanali, i journal clubs mensili, i corsi di simulazione e i vari seminari specifici del settore.

Il Master in Fisiopatologia cardiocircolatoria e tecniche di circolazione extra-corporea nel paziente pediatrico si svolge nell’arco di dodici mesi ed è articolato in una serie di attività didattiche frontali (lezioni, seminari con docenti nazionali e internazionali) e in una serie di seminari tecnici, in modalità duale.

Le date delle lezioni ex-cathedra e dei seminari verranno comunicate ai discenti con cadenza trimestrale.

La frequenza può essere associata ad attività stage con tutoraggio (di un tecnico perfusionista dell’istituzione) in sala operatoria durante interventi cardiochirurgici. La frequenza alle lezioni e allo stage verrà certificata con registro presenze ed è richiesta la frequenza minima del 70%. La frequenza dell’attività assistenziale è fortemente consigliata e consisterà nell’osservazione in sala operatoria o reparto.

Durante lo stage, il partecipante potrà accedere a tutte le attività di sala operatoria e terapia intensiva post-operatoria, accompagnato sempre dal tutor. Il periodo di stage verrà concordato individualmente con il partecipante.

A questo link è disponibile la graduatoria generale di merito per l’A.A. 2022/23.

Informazioni

Salute, ambiente e territorio
01/09/2023
70%
5
20
€ 1.722,50
€ 1.000,00
Per i titoli d'accesso, fare riferimento all'avviso di selezione 22/23
Ottieni la brochure
Trattamento dei dati personali*

FAQ

La didattica a distanza sarà strutturata con meeting online su piattaforma Zoom, il cui link sarà fornito a tutti i partecipanti.

Lo svolgimento del tirocinio/stage è consigliato, ma non obbligatorio; chi voglia svolgere uno stage potrà concordare con il tutor la modalità di svolgimento e la frequenza.

Non sono previste agevolazioni economiche.

La frequenza minima richiesta (sia in presenza che duale) è pari al 70% delle ore totali di lezione.

Per poter ottenere il titolo di Master di I livello al partecipante non è richiesta una tesi di master, ma solo un colloquio orale con la commissione; tuttavia, per chi è interessato, sarà possibile redigere un elaborato /tesi (con il supporto del tutor), che potrà essere oggetto di pubblicazione su una rivista peer-reviewed.