Il Corso in Medicina Aeronautica e Spaziale permette un approfondimento di tutte le tematiche relative alle modificazioni patologiche e fisiologiche in condizioni di volo e di volo aerospaziale. Da un punto di vista prettamente professionale valorizza le implicazioni certificative e in tal senso si evidenzia la buona prevalenza di discenti dell’ambito della medicina del lavoro e della medicina legale.
Il Corso di perfezionamento è riconosciuto tra le attività formative che possono concorrere all’ottenimento dell’autorizzazione di Esaminatore Aero Medico (AME) e permette un arricchimento culturale e professionale per tutti quei medici che sono coinvolti nei servizi sanitari in ambito aeronautico (servizi sanitari di aeroporti, ecc.).

Il Corso in Medicina Aeronautica e Spaziale prevede l’approfondimento in materia di adattabilità dell’uomo alle condizioni di vita estreme (microgravità, ipobarismo, radiazioni ionizzanti e cosmiche); tecnologie e modalità di protezione attiva e passiva; modificazioni delle funzioni cardiovasale, respiratoria e motoria; equilibrio e orientamento spaziale; fisiologia e rimodellamento dell’apparato scheletrico; adattamenti cellulari e d’organo alle condizioni estreme e di stress; immunologia; agenti e vettori delle infezioni; adattamenti sensoriali, cronologici, circadiani e nutrizionali nel volo atmosferico ed extraatmosferico; edema polmonare d’alta quota; monitoraggi e telemedicina.

Il Corso sviluppa, inoltre, l’acquisizione e l’approfondimento delle competenze sui meccanismi fisiologici implicati nell’espletamento delle attività del volo terrestre e spaziale, nella valutazione delle relative identità e nell’inquadramento preparatorio dei candidati a quelle attività.

Il Corso di perfezionamento in Medicina Aeronautica e Spaziale promosso dal Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Padova è rivolto a medici che vogliano sviluppare le conoscenze relative alle modificazioni patologiche e fisiologiche in condizioni di volo e di volo aerospaziale e permette un arricchimento culturale e professionale per tutti quei professionisti che sono coinvolti nei servizi sanitari in ambito aeronautico. Il Corso è tra le attività formative riconosciute per concorrere all’ottenimento dell’autorizzazione di Esaminatore Aero Medico (AME).

Il Corso in Medicina Aeronautica e Spaziale prevede la formazione in materia di:

  • CONDIZIONI FISICHE DEI VOLI ED EFFETTI SUI SISTEMI BIOLOGICI: effetti delle condizioni di volo aerospaziale sul sistema nervoso
  • EFFETTI SUL SISTEMA MOTORIO DI CONDIZIONI ESTREME: effetti delle condizioni di volo sull’apparato muscolo-scheletrico
  • MODIFICAZIONI FISIOPATOLOGICHE DEI SISTEMI SENSORIALI
  • ASPETTI NORMATIVI E CERTIFICATIVI IN TEMA DI MEDICINA AERONAUTICA E SPAZIALE: norme e adattamenti normativi del rischio in aeronautica ed implicazioni medico legali
  • MODIFICAZIONI FISIOPATOLOGICHE DEL SISTEMA NERVOSO ED EQUILIBRIO PSICO-AMBIENTALE: implicazioni psicologiche
  • CONDIZIONI FISICHE DEI VOLI ED EFFETTI SUI SISTEMI BIOLOGICI: ingegneria dei materiali e medicina spaziale
  • MODIFICAZIONI FISIOPATOLOGICHE DEGLI APPARATI STOMATOGNATICO E RESPIRATORIO: odontoiatria forense in ambito odontoiatrico

questo link  è disponibile la graduatoria generale di merito per l’a.a. 2022/2023

questo link  è disponibile la graduatoria generale di merito per l’a.a. 2022/2023 – seconda finestra

questo link  è disponibile l’elenco uditori per l’a.a. 2022/2023

Informazioni

Salute, ambiente e territorio
29/09/2023
80%
5
30
€ 722,50
Per i titoli d'accesso, fare riferimento all'avviso di selezione 22/23
Ottieni la brochure
Trattamento dei dati personali*

FAQ

La didattica prevede lezioni in presenza, lezioni a distanza, esercitazioni, seminari e, a conclusione del percorso, una prova finale. Tale prova consiste in una discussione di una tesi con colloquio finale sul programma del Corso. Sono inoltre previste attività pratiche esterne comprendenti visite a organizzazioni logistiche, sanitarie e attività di pronto soccorso aeroportuali e a sistemi per valutazioni fisiologiche in condizioni estreme (ad es. centrifuga e catapulta umana, orientamento e guida notturna presso il laboratorio sperimentale medico della A. M. di Pratica di mare (RM)); nello specifico tali attività estreme, che prevederanno anche attività settimanali in loco, si volgeranno presso i seguenti Centri:

  • Centro servizi sanitari e PS, Aeroporto Malpensa, 21010 Ferno Varese (VA);
  • ENAC Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, Direzione Centrale, Ufficio Medicina Aeronautica, Via del Castro Pretorio, 118 – 00185 Roma;
  • Centro servizi sanitari e PS, Aeroporto Marco Polo, Tessera, Via Galilei, 30/1 – 30173 Venezia.

Si, per medici dei Servizi Militari e dell’Ordine Pubblico (Polizia di Stato, Carabinieri, Vigili del fuoco, Esercito, Guardia di finanza, Polizia locale, Corpo forestale, Polizia penitenziaria, Guardia costiera), medici e personale del SANS (Servizi di assistenza sanitaria al personale navigante), medici specializzandi regolarmente iscritti e medici laureati da meno di 12 mesi. Indicare tale status nel curriculum da allegare alla domanda di ammissione.

Si, la frequenza è obbligatoria per l’80% delle attività didattiche previste.

Si, il Corso prevede 8 posti in sovrannumero per uditori.

Si, per medici specializzandi regolarmente iscritti e specialisti in: Medicina del lavoro, Medicina legale, Radiodiagnostica, Medicina dello sport, Malattie cardiovascolari, Malattie dell’apparato respiratorio.