Il Master in Patologia Veterinaria nasce come iniziativa di alcuni patologi veterinari per creare un percorso formativo specialistico post-lauream nazionale in questa disciplina. Per tale formazione, questa iniziativa vuole avvalersi pienamente di tutta la ricchezza di esperienza e competenza presente sul territorio nazionale e orientarsi fortemente a un percorso che ricalchi parzialmente la formazione volta all’esame del College Europeo in Patologia Veterinaria (ECVP). L’obiettivo del Master è quindi la formazione di professionisti con competenze in patologia veterinaria secondo standard internazionali elevati (i.e., board internazionali – ECVP, ACVP) con riferimento alla patologia generale e all’anatomia patologica macro e microscopica, inclusa la patologia forense, applicate alle principali specie domestiche e, in cenni, alle specie non-domestiche/non-mammifere.

Il Master in Patologia Veterinaria vuole sviluppare e approfondire le conoscenze finalizzate all’applicazione della patologia veterinaria in ambito diagnostico e di ricerca con riferimento alla patologia generale, l’anatomia patologica (macroscopica e microscopica), ivi inclusa la patologia forense, le tecniche diagnostiche e di ricerca nelle principali specie domestiche e nelle specie selvatiche/esotiche, acquatiche, avicole e di laboratorio. Tutti gli ambiti verranno approfonditi secondo gli aggiornamenti presenti nella letteratura scientifica internazionale più recente https://www.ecvpath.org/literature-list-2023/.

Il Master in Patologia Veterinaria si rivolge esclusivamente a laureati in medicina veterinaria con titolo italiano o estero (l’attività didattica si svolgerà in italiano). Non sono necessarie esperienze specifiche, solo un forte interesse ad approfondire l’ambito della disciplina. A seguito dell’acquisizione del titolo, i corsisti hanno la possibilità di affrontare adeguatamente, secondo alti standard professionali, la casistica di diagnostica necroscopica e isto/citopatologica veterinaria e alcune attività di ricerca correlate alla patologia veterinaria. Questo permette loro di trovare sbocchi pubblici e privati, ad esempio in aziende e laboratori di diagnostica veterinaria, in aziende farmaceutiche, in aziende deputate all’ispezione anatomo-patologica animale, in ambito di sanità pubblica veterinaria (es. ASL e istituti zooprofilattici), in parchi zoologici e in ambito di ricerca universitaria.

Il Master in Patologia Veterinaria prevede la formazione a distanza on line organizzata principalmente il venerdì pomeriggio, in materia di:

PATOLOGIA GENERALE E MOLECOLARE VETERINARIA

Comprensione dei quattro aspetti principali della patologia generale: l’eziologia, i meccanismi patogenetici, le alterazioni strutturali generali in cellule e tessuti (danni morfologici) e le principali conseguenze funzionali. Sono previste circa 50 ore di didattica on-line.

ANATOMIA PATOLOGICA SPECIALE VETERINARIA

Comprensione delle patologie d’organo in riferimento alle cause, alla patogenesi e alle relative lesioni morfologiche. Questo modulo prevede circa 50 ore di didattica on-line e viene direttamente affiancato nel calendario dal modulo 4. In aggiunta, sono programmati due weekend residenziali (in presenza) per attività esercitativa su lesioni macroscopiche.

PATOLOGIA FORENSE E DIAGNOSTICA NECROSCOPICA

Approccio critico ai casi forensi e applicazione delle metodologie forensi ai casi giudiziari. In particolare, il modulo affronta tematiche quali: tanatologia e tafonomia, esame della scena del crimine e repertamento, tecniche di diagnostica necroscopica forense e riscontro diagnostico, normativa nazionale e internazionale in materia di benessere e maltrattamento animale, terminologia specifica, fisiopatologia della morte, lesioni anatomo-patologiche accidentali e non accidentali, avvelenamenti. Questo modulo prevede circa 40 ore di didattica on-line e due weekend residenziali (in presenza) per attività esercitativa su casi forensi.

ISTOPATOLOGIA E CITOPATOLOGIA VETERINARIA

Riconoscimento a livello istologico delle lesioni morfologiche tissutali attraverso la formulazione delle diagnosi morfologiche includendo le possibili cause e la patogenesi. Questo modulo prevede circa 40 ore di didattica on-line prevalentemente svolta in forma esercitativa su vetrini istologici e citologici digitalizzati. L’attività viene calendarizzata in sincronia con gli argomenti del modulo 2. In aggiunta sono programmati due weekend residenziali (in presenza) per attività esercitativa su lesioni istologiche comprensive anche della tecnica descrittiva istologica come da indicazioni per l’esame del ECVP.

PATOLOGIA VETERINARIA MACROSCOPICA

Riconoscimento a livello macroscopico delle lesioni morfologiche riscontrabili in tessuti, organi e apparati attraverso la formulazione delle diagnosi morfologiche incluse l’identificazione delle possibili cause e dei processi patogenetici, come da indicazioni per l’esame del ECVP. Questo modulo prevede circa 30 ore di didattica on-line prevalentemente svolta su immagini di lesioni macroscopiche calendarizzate per specie animali domestiche e, in cenni, non-domestiche/non-mammifere.

TECNICHE DI LABORATORIO APPLICATE

Comprensione e applicazione delle metodiche diagnostiche e di ricerca, di base e innovative, applicate alla patologia veterinaria con brevi riferimenti anche alla patologia tossicologica, al disegno di studi di ricerca, alla statistica applicata. Questo modulo prevede circa 30 ore di didattica on-line. In aggiunta sono programmati due weekend residenziali (in presenza) per attività esercitativa in laboratorio sulle principali tecniche.

Le attività di docenza e di tirocinio, su ogni argomento del percorso formativo, vengono svolte da professionisti certificati (es. ECVP/ACVP/ECVCP) o professionisti laureati con comprovata esperienza negli argomenti specifici. Molti docenti sono già coinvolti nella formazione post-lauream anche volta alla preparazione dei candidati per l’esame ECVP e in alcuni casi anche per l’esame ECVCP. La strutturazione didattica dei due anni del Master vuole tentativamente rappresentare un contributo per la formazione di due anni del periodo necessario per il training per ECVP che prevede 1 anno di internship post-lauream più 3 anni di training per il percorso normale.

Nel Master sono previsti alcuni 4-5 weekend residenziali in presenza che possono svolgersi da giovedì a sabato o da venerdì a domenica. L’Università degli Studi di Padova (Dip. BCA, Agripolis, Legnaro, PD) e l’Università Federico II di Napoli (Dip. MVPA, Napoli) sono sedi certamente coinvolte in queste attività, tuttavia anche altre sedi italiane potranno mettere a disposizione le proprie strutture per le attività pratiche. Queste si svolgono in piccoli gruppi eventualmente anche in regime rotazionale.

Informazioni

Salute, ambiente e territorio
30/09/2024
70%
12
20
€ 3.022,50
€ 1.506,50
Per i titoli d'accesso, fare riferimento all'avviso di selezione 22/23
Ottieni la brochure
Trattamento dei dati personali*

FAQ

Le attività didattiche si svolgeranno prevalentemente on line su piattaforma Zoom, il venerdì pomeriggio dalle 14.00 alle 18.00. Le lezioni prevedono sia didattica frontale sia attività esercitativa su materiale digitale (vetrini istologici e immagini macroscopiche). Saranno previsti e programmati incontri trimestrali nel weekend, in presenza, per le attività pratiche. Sono previste verifiche dell’apprendimento per ogni insegnamento, una prova finale e un progetto (stesura di un breve lavoro scientifico da pubblicare su rivista internazionale peer-reviewed).

No, il Master in Patologia Veterinaria non prevede attività di stage presso enti. I crediti sono acquisibili attraverso un project work che sarà rappresentato dalla stesura di un breve articolo scientifico descrittivo (es. case report) da pubblicare su rivista internazionale indicizzata e peer-reviewed.

Sono previsti un esame per ogni corso e un esame finale scritto e orale, più un progetto rappresentato da un breve lavoro scientifico da sottomettere per la pubblicazione.

Il titolo di laurea deve essere conseguito entro l’inizio delle lezioni previsto per l’inizio di novembre 2022.

No, per un training ufficiale / residency bisogna seguire le indicazioni ufficiali sul sito del ECVP (https://www.ecvpath.org/residency-training/) che prevedono una registrazione come trainee con una sede ufficiale di riferimento (registered training centre) e un supervisore, dopo un anno di internship post laurea.