Il Master in Geostatistica per la salute dell’uomo, degli animali e dell’ambiente, unico del genere in Italia, prepara figure professionali in grado di utilizzare una grande mole di dati geolocalizzati, al fine aumentare la comprensione dei fenomeni legati alla salute ed il benessere e la formazione circa il corretto utilizzo delle geo-informazioni e degli strumenti per l’analisi spazio-temporale degli stessi.
Il corso ha la finalità di analizzare e comprendere le dinamiche dei fenomeni legati alla salute, umana, veterinaria e della vegetazione, usando tecniche avanzate di modellistica applicate a dati geospaziali.
Il Master è promosso dal Dipartimento di Scienze Cardio-Toraco-Vascolari e Sanità pubblica dell’Università degli Studi di Padova.

Il Master in Geostatistica per la salute dell’uomo, degli animali e dell’ambiente propone un’offerta didattica volta a formare ricercatori e professionisti in grado di utilizzare correttamente l’informazione geospaziale, integrandola con altre fonti, aumentando la capacità descrittiva, predittiva e l’affidabilità delle operazioni di analisi.

Gli argomenti principali del corso sono:

  • Gestione di dati geospaziali
  • Telerilevamento e integrazione dati
  • Geostatistica
  • Profilazione delle aree ad alto rischio
  • Rilevamento cluster
  • Identificazione della sorgente

Vengono acquisite conoscenze sulle innovazioni delle tecniche statistiche, di apprendimento automatico e data-mining volte alla integrazione dell’informazione geospaziale.

Il Master in Geostatistica per la salute dell’uomo, degli animali e dell’ambiente è rivolto a quanti vogliano scoprire come utilizzare il grande volume di dati geolocalizzati, che, grazie alle nuove tecnologie, consente di aumentare la comprensione dei fenomeni legati alla salute ed il benessere.

I primi destinatari, pertanto, sono figure come statistici, geografi, informatici, ingegneri, matematici, fisici o laureati in varie discipline delle scienze naturali e ambientali. Ulteriori destinatari sono attori coinvolti nella formazione e liberi professionisti che desiderino acquisire o migliorare la propria competenza e abilità nei metodi che permettono di gestire dati georeferenziati.

Il Master, in particolare, si focalizza sul rendere il partecipante in grado di valorizzare e migliorare le operazioni necessarie alle soluzioni dei problemi legati alla salute dell’uomo, degli animali e dell’ambiente e di fornire servizi avanzati di spatial-data-analytics.

Il Master forma, quindi, figure professionali orientate al ruolo di consulenti e operatori per pubbliche amministrazioni, enti e imprese, ONG e Onlus.

Il Master in Geostatistica per la salute dell’uomo, degli animali e dell’ambiente si struttura in 22 moduli distribuiti su sei insegnamenti, di seguito esplicati:

Insegnamento 1 – Gestione di dati geospaziali

Dove trovare le informazioni, come estrarre la componente geospaziale, in che formato trasformare il dato per renderlo gestibile, con quali strumenti (data mining). Utilizzo dei sistemi informativi territoriali (QGIS/GRASS/SAGA), definizione di modelli di flussi di lavoro e creazione di interfacce QGIS con integrato l’ambiente R.

Insegnamento 2 – Telerilevamento e integrazione dati spaziali

Strutturare e integrare in modo rigoroso la ricchezza di geodati provenienti da sensori IoT, droni e satelliti. Utilizzo di cluster da Google Earth Engine per estrarre ed analizzare dati satellitari in R.

Insegnamento 3 – Geostatistica

Metodi geostatistici sia nella parte di analisi esplorativa di dati spaziali sia nella parte inferenziale e modellistica. I modelli per dati spazialmente correlati, comprensivi delle tecniche di predizione e interpolazione dei dati, le tecniche di de-clustering e i modelli geostatistici per il campionamento preferenziale.

Insegnamento 4 – Profilazione delle unità o aree di alto rischio

Profilazione con i modelli bayesiani e bayesiani empirici e costruzione di graduatorie o ordinamento anche multivariato. Come esemplificazione, in particolare, si considerano casi studio in epidemiologia ambientale e la stesura di graduatorie di rischio di malattia per comuni, sezioni di censimento e loro aggregati.

Insegnamento 5 – Identificazione di aggregati (cluster) o pattern spaziali o spazio-temporali

Dai metodi per la descrizione della distribuzione spaziale o spazio-temporale di eventi, allo sviluppo di modelli per processi di punto omogenei ed eterogeni e ai test di clustering generalizzato, ai test di cluster-detection.

Insegnamento 6 – Analisi punto-sorgente

I principali metodi per lo studio dell’andamento spaziale del rischio di malattia in presenza di una o più fonti di inquinamento. Rientrano in questa tematica anche i metodi basati semplicemente sulla distanza punto-sorgente come i metodi di exposure assessment epidemiologico che considerano tecniche di machine learning per la predizione della distribuzione spaziale dell’esposizione rilevante.

Per conoscere Direttore e Docenti e avere altre informazioni utili sul Master in Geostatistica per la salute dell’uomo, degli animali e dell’ambiente, ecco il video di presentazione:

Video di presentazione Master in Geostatistica per la salute dell’uomo, degli animali e dell’ambiente

Informazioni

Salute, ambiente e territorio
30/09/2023
70%
5
120
€ 2.022,50
€ 1.000,00
Per i titoli d'accesso, fare riferimento all'avviso di selezione 22/23
Ottieni la brochure
Trattamento dei dati personali*

FAQ

Non sono previsti stage/ tirocini perché è atteso che siano inconciliabili con il profilo tipo dei fruitori del Master. Tuttavia, gli studenti avranno la possibilità di confrontarsi con quesiti scientifici e basi di dati reali, proposti dal direttivo nel corso delle lezioni e del project work.
È prevista la realizzazione di un project work finale pratico, che può essere svolto in collaborazione con aziende previo accordi.

Il Master è online, può essere seguito anche da persone che lavorano a tempo pieno perché viene erogato in modalità on demand tramite la piattaforma multimediale Moodle di UniPD.
È stato progettato per gli studenti e i professionisti desiderosi di conciliare l’esercizio di altre attività e professioni con la necessità di qualificarsi o specializzarsi ulteriormente.
È prevista una frequente e facile interazione tra studenti e docenti attraverso il Forum di Moodle.
Il corso si struttura in diversi moduli di circa 4 settimane ciascuno, con lezioni tra novembre 2022 e maggio 2023. Alla fine di ogni modulo si lascia il tempo ai discenti di rivedere le video lezioni e viene erogato un homework, sempre in modalità asincrona, per accertare le competenze acquisite.
Al termine delle lezioni viene assegnato un project work, da compilare tra giugno e luglio 2023, anche su casi di interesse specifico dello studente, in accordo con il tutor.
Il project work costituisce la base della discussione di diploma che avviene nel mese di settembre, sempre on line, su piattaforma Zoom.

No, non è previsto un test di ammissione. La valutazione avviene per titoli.
Per i titoli richiesti, vedere l’avviso di selezione Master, a.a. 2022-23.

No, non sono previste forme di agevolazioni o borse di studio.
Si specifica che ai sensi dell’art. 26 del Regolamento per i Master universitari, i Corsi di Perfezionamento e Corsi di Alta Formazione è prevista la possibilità di ammissione in sovrannumero per il personale a tempo indeterminato dell’Ateneo nella misura del 10% del numero massimo di candidati iscrivibili in ciascun Master. La quota di iscrizione per il personale tecnico amministrativo dell’Ateneo (PTA) è pari al 20% della quota prevista per l’iscrizione a ciascun Master. (Circolare PTA Master).

PA 110 e lode: a partire dall’a.a. 2022-23, le dipendenti e i dipendenti della Pubblica Amministrazione che si iscrivono al Master godono di una riduzione del 20% sul contributo di iscrizione. Durante la procedura di preiscrizione in PICA viene prevista una apposita domanda “È dipendente presso una Pubblica Amministrazione? / Are you an employee in an italian Public Administration?” che permette di inserire tale informazione.

La frequenza è obbligatoria, anche se online. È prevista una percentuale massima di assenze del 30%. Dato, però, che le videolezioni sono pre-registrate ed è possibile consultarle 24 ore su 24, 7 giorni su 7, è molto semplice mettersi al passo con il piano di studio. La segreteria didattica e i docenti sono a disposizione per cercare di venire incontro agli studenti nel caso di gravosi impegni o periodi di intensa attività lavorativa.